Translate

Visualizzazione post con etichetta Antartide. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Antartide. Mostra tutti i post

giovedì 11 marzo 2021

Un grosso pericolo dorme sotto i ghiacci dell'Antartide

L'Antartide potrebbe essere al centro del giorno del giudizio della Terra se i vulcani sotto il ghiaccio dovessero eruttare e accelerare un processo che potrebbe lasciare il pianeta "inabitabile", hanno avvertito gli scienziati.

Il continente ghiacciato ospita circa 5.000 scienziati in tutto il mondo che studiano la regione incontaminata per saperne di più sulla storia della Terra e sugli effetti del cambiamento climatico . Ma i ricercatori sono rimasti scioccati quando hanno scoperto più di 100 vulcani dormienti sotto la calotta glaciale del continente, rendendola la più grande regione vulcanica della Terra. La scoperta è stata particolarmente importante perché l'attività di questi vulcani potrebbe avere implicazioni cruciali per il resto del pianeta.


Se uno esplode, potrebbe destabilizzare ulteriormente alcune delle calotte glaciali della regione, che sono già state colpite dal riscaldamento globale.

John Smellie, professore di vulcanologia all'Università di Leicester, ha dichiarato a The Conversation: “I vulcani fonderebbero enormi caverne alla base del ghiaccio e creerebbero enormi quantità di acqua di disgelo. Poiché la calotta glaciale dell'Antartico occidentale è bagnata piuttosto che congelata fino al suo letto - immagina un cubetto di ghiaccio sul piano di lavoro della cucina - l'acqua di disgelo agirebbe come un lubrificante e potrebbe far scivolare il ghiaccio sovrastante e spostarsi più rapidamente. 

“In ogni caso, il volume d'acqua che verrebbe generato anche da un grande vulcano è una puntura di spillo rispetto al volume del ghiaccio sovrastante. 

“Quindi una singola eruzione non avrà molto effetto sul flusso di ghiaccio. Ciò che farebbe una grande differenza, è se diversi vulcani eruttano vicino o al di sotto di uno dei principali "flussi di ghiaccio" dell'Antartide occidentale ".

Oltre l'80 per cento delle riserve di acqua dolce della Terra sono immagazzinate in Antartide - abbastanza per aumentare il livello globale del mare di circa 60 metri se si dovesse sciogliere - rendendo il pianeta " inabitabile" - come gli scienziati hanno precedentemente sottolineato.

E il professor Smellie ha detto che un'eruzione sotto il ghiaccio potrebbe innescare un'accelerazione catastrofica di questo processo.

Ha aggiunto: “I flussi di ghiaccio sono fiumi di ghiaccio che scorrono molto più velocemente dei loro dintorni. 

“Sono le zone lungo le quali la maggior parte del ghiaccio in Antartide viene consegnata all'oceano, e quindi le fluttuazioni della loro velocità possono influenzare il livello del mare. 

“Se il 'lubrificante' aggiuntivo fornito da molteplici eruzioni vulcaniche fosse incanalato sotto le correnti di ghiaccio, il successivo flusso rapido potrebbe scaricare nell'oceano quantità insolite dello spesso ghiaccio interno dell'Antartide occidentale, provocando l'innalzamento del livello del mare.

“I vulcani sotto il ghiaccio sono probabilmente ciò che ha innescato un rapido flusso di antichi flussi di ghiaccio nella vasta Ross Ice Shelf, la più grande piattaforma di ghiaccio dell'Antartide. 

"Qualcosa di simile potrebbe essere accaduto circa 2.000 anni fa con un piccolo vulcano nelle montagne Hudson che si trovano sotto la calotta glaciale dell'Antartide occidentale - se scoppiasse di nuovo oggi potrebbe accelerare il vicino ghiacciaio di Pine Island".


E il professor Smellie ha detto che potrebbe avere un effetto a catena. Ha aggiunto nel 2017: "La cosa più drammatica di tutte, una vasta serie di eruzioni potrebbe destabilizzare molti altri vulcani subglaciali. Quando i vulcani si raffreddano e cristallizzano, le loro camere magmatiche diventano pressurizzate e tutto ciò che impedisce ai gas vulcanici di fuoriuscire violentemente in un'eruzione è il peso della roccia sovrastante o, in questo caso, diversi chilometri di ghiaccio.

“Dato che il ghiaccio diventa molto più sottile, la riduzione della pressione può innescare eruzioni. Più eruzioni e scioglimento del ghiaccio significherebbero ancora più acqua di disgelo canalizzata sotto le correnti di ghiaccio".

Ma per ora, questi vulcani sono dormienti, il che significa che non sono scoppiati negli ultimi 10.000 anni, ma potrebbero farlo in futuro. Al momento, ci sono solo due vulcani attivi in ​​Antartide: il Monte Erebus e l'isola Deception.

Gli scienziati continuano a studiare la regione per saperne di più.

FONTE: https://www.express.co.uk/news/science/1408213/antarctica-doomsday-volcano-beneath-ice-eruption-climate-change-sea-level-rise-spt

domenica 24 gennaio 2021

Forte terremoto magnitudo 7 in Antartide

Un terremoto di magnitudo 7.0 ha colpito sabato sera al largo della costa dell'Antartide, con le autorità che hanno emesso un allarme tsunami per la base cilena di Eduardo Frei nel continente gelido.

Il terremoto ha colpito alle 20:36 ora locale (2336 GMT) a circa 210 chilometri a est della base a una profondità di 10 chilometri, ha detto l'Ufficio nazionale di emergenza del Cile (Onemi), sollecitando l'evacuazione dalla "zona balneare dell'Antartico" prima di un possibile tsunami. L'allarme tsunami è stato poi revocato. Sono state segnalate successivamente solo piccole onde sulle coste.

La base dell'aviazione cilena è la più grande del paese in Antartide e comprende un villaggio, un ospedale, una scuola, una banca, un ufficio postale e una cappella.

La popolazione massima in estate è di 150 persone e la popolazione media in inverno è 80.

Questo è stato il più forte terremoto che ha colpito l'area negli ultimi 120 anni. E' stato avvertito anche in Cile nella città di Santiago.

FONTE: https://www.voanews.com/americas/70-magnitude-earthquake-recorded-near-chilean-antarctic-base, https://www.volcanodiscovery.com/earthquakes/6071015/2021-01-23/23h36/magnitude7-Antarctica.html#olderQuakes

Il vulcano Taal comincia a fumare: paura nelle Filippine

Martedì mattina è stata segnalata una "risalita di fluidi vulcanici caldi nel lago del cratere principale" del vulcano Taal, che h...