Translate

Visualizzazione post con etichetta Filippine. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Filippine. Mostra tutti i post

mercoledì 14 aprile 2021

Il vulcano Taal comincia a fumare: paura nelle Filippine

Martedì mattina è stata segnalata una "risalita di fluidi vulcanici caldi nel lago del cratere principale" del vulcano Taal, che ha generato pennacchi carichi di vapore alti 300 metri, ha detto mercoledì l'Istituto filippino di vulcanologia e sismologia (Phivolcs).

Phivolcs ha aggiunto che un totale di 383 terremoti vulcanici sono stati registrati nelle ultime 24 ore, inclusi 238 episodi di tremore vulcanico della durata da uno a 12 minuti.

Ci sono stati anche 143 terremoti vulcanici a bassa frequenza e tremori di fondo di basso livello che sono iniziati la mattina dell'8 aprile.

Phivolcs ha affermato che le emissioni di zolfo sono state in media di 1.886 tonnellate / giorno lunedì 12 aprile, mentre una temperatura di 71,8 gradi Celsius e un pH di 1,59 sono stati misurati l'ultima volta dal lago del cratere principale il 4 marzo e il 12 febbraio, rispettivamente.

Si osserva ancora "un'inflazione ed espansione molto lenta e costante" della regione del vulcano Taal, ha aggiunto Phivolcs.

"Questi parametri indicano un'attività magmatica persistente a basse profondità sotto l'edificio", ha detto Phivolcs.

Il vulcano rimane al di sotto del livello di allerta 2, il che significa che sono possibili improvvise esplosioni guidate da vapore o freatiche, terremoti vulcanici, piccole cadute di cenere e accumuli letali o espulsioni di gas vulcanico.

Si ricorda al pubblico che l'ingresso è severamente vietato sull'isola del vulcano Taal, la zona di pericolo permanente di Taal, in particolare nelle vicinanze del cratere principale e della fessura di Daang Kastila.

Phivolcs ha consigliato alle unità del governo locale di valutare e rafforzare continuamente la preparazione dei barangay precedentemente evacuati intorno al lago Taal in caso di nuovi disordini.

Allo stesso modo, le autorità dell'aviazione civile devono consigliare ai piloti di evitare di volare vicino al vulcano.

"DOST-PHIVOLCS sta monitorando da vicino l'attività del vulcano Taal e qualsiasi nuovo sviluppo significativo verrà immediatamente comunicato a tutte le parti interessate", ha affermato Phivolcs.

FONTE: https://newsinfo.inquirer.net/1418792/gushing-hot-volcanic-fluid-steam-laden-plumes-observed-at-taal-volcano-phivolcs#ixzz6s1SRofYa

domenica 21 marzo 2021

L'irrequieto vulcano Taal nelle Filippine potrebbe eruttare

Renato Solidum, capo dell'Istituto filippino di vulcanologia e sismologia (Phivolcs), ha affermato che i 175 terremoti vulcanici registrati nelle ultime 24 ore attorno al vulcano Taal nella provincia di Batangas nelle Filippine potrebbero portare a un'eruzione.

"È al livello di allarme 2 e se l'attuale attività persiste, ciò può portare a un'eruzione", ha detto Solidum al Manila Times.

Il Taal Volcano Network ha anche registrato 131 episodi di tremore vulcanico con durate da 1 a 15 minuti nello stesso periodo di tempo. I Phivolcs hanno innalzato lo stato di allerta del vulcano Taal al livello 2 il 9 marzo a causa della sua crescente agitazione.

“I parametri di deformazione del suolo derivanti dall'inclinazione elettronica e dall'analisi continua dei dati hanno indicato un'inflazione e un'espansione molto lenta e costante della regione del Taal da dopo l'eruzione del gennaio 2020. Questi parametri possono indicare una maggiore attività magmatica a basse profondità sotto l'edificio ", ha spiegato Solidum.

Sebbene l'evacuazione non fosse ancora raccomandata, Solidum ha ricordato al pubblico che l'isola del vulcano Taal è una zona di pericolo permanente e che l'ingresso nell'area, specialmente nelle vicinanze del cratere principale e della fessura di Daang Kastila, deve rimanere severamente vietato.

Il capo di Phivolcs ha invitato le unità governative locali intorno al vulcano a rafforzare le misure di preparazione, emergenza e comunicazione in caso di nuovi disordini.

"Si consiglia ai residenti di questi villaggi di essere sempre preparati, di mantenere la calma e di ascoltare le informazioni solo da fonti affidabili o verificate", ha detto Solidum. Solidum ha anche esortato le autorità dell'aviazione civile a consigliare ai piloti di evitare di volare vicino al vulcano poiché la cenere sospesa nell'aria e i frammenti balistici da esplosioni improvvise e la cenere mobilitata dal vento potrebbero rappresentare un pericolo per gli aerei.

FONTE: https://www.manilatimes.net/2021/03/21/news/national/restive-taal-volcano-could-erupt-solidum/853898/

lunedì 15 febbraio 2021

Il vulcano Taal nelle Filippine torna a spaventare

E' passato poco più di un anno nelle Filippine dalla spaventosa eruzione del vulcano Taal, e ora il vulcano sembra tornare in vita dopo un periodo di relativa tranquillità.

I vulcanologi statali hanno registrato un leggero aumento dei tremori e dei cambiamenti nel lago principale del cratere del vulcano Taal nella provincia di Batangas.


L' Istituto filippino di vulcanologia e sismologia (Phivolcs) ha dichiarato in un avviso alle 15:00 di lunedì 15 febbraio di aver osservato "un'attività sismica leggermente aumentata" presso il vulcano.

Solo lunedì dalle 5:00 alle 15:00 si sono verificati "50 episodi di tremore relativamente deboli".

"Questi episodi di tremore avevano una durata compresa tra 2 e 5 minuti e si sono verificati a profondità inferiori a 1 chilometro, segnalando un aumento dell'attività idrotermale sotto l'isola del vulcano Taal", ha detto Phivolcs.

Da sabato 13 febbraio ci sono stati "68 episodi di scosse superficiali" nell'isola del vulcano Taal, ha aggiunto l'agenzia.

A parte i tremori vulcanici, Phivolcs ha notato un "aumento di acidità e temperatura" del Main Crater Lake. I dati hanno mostrato "la continua acidificazione dell'acqua del lago da un pH 2,79 a un pH 1,59 tra gennaio 2020 e febbraio 2021" e "una temperatura fuori stagione alta di 77 ° C".

Phivolcs ha ricordato al pubblico che il vulcano Taal rimane sotto il livello di allerta 1, il che significa che è in uno stato "anormale". Ci sono maggiori possibilità di improvvise esplosioni a vapore o freatiche, gas vulcanici pericolosi e piccole cadute di cenere dal lago principale del cratere.

L'agenzia ha anche ribadito che l'ingresso nell'isola del vulcano Taal, "in particolare nelle vicinanze del lago principale del cratere e della fessura di Daang Kastila, deve rimanere severamente vietato".

l vulcano Taal è sotto il livello di allerta 1 dal 19 marzo 2020, da un massimo del livello di allerta 4 quando è scoppiato l'ultima volta il 12 gennaio 2020.

L'eruzione del gennaio 2020 ha colpito oltre mezzo milione di persone nelle province di Batangas, Quezon, Laguna e Cavite, spingendo il presidente Rodrigo Duterte a dichiarare uno stato di calamità nella regione di Calabarzon alla fine di febbraio 2020.

FONTE:https://www.rappler.com/nation/phivolcs-taal-volcano-advisory-february-15-2021-3pm?fbclid=IwAR0G4MIIJvQNvOtqnFSQ6YCIoHv2wWKFGJHt7e-BPT2snm-0ZMO6uh6XiNk

Filippine: preoccupazione per il vulcano Kanlaon

L'Istituto filippino di vulcanologia e sismologia (Phivolcs) ha emesso un avviso dopo aver notato un'attività irrequieta presso il vulcano Kanlaon.


E' stato registrato un leggero aumento dell'attività sismica e del flusso di gas vulcanico dal vulcano, con un totale di 28 terremoti vulcanici tra l'11 e il 13 febbraio.

Phivolcs ha riferito che l'energia dei tremori variava tra la magnitudo 0.7 e 2.2, tutte a profondità di 10 chilometri.

Le apparecchiature di monitoraggio del vulcano hanno anche rilevato una maggiore emissione di anidride solforosa con 1.130 tonnellate metriche / giorno, che hanno notato essere il valore più alto registrato quest'anno, seguendo una tendenza dal giugno 2020 di emissioni superiori ai livelli di fondo di 300 tonnellate metriche / giorno.

I dati sulla deformazione del suolo dai sistemi di posizionamento globale (GPS) continui e le misurazioni elettroniche dell'inclinazione hanno registrato una leggera inflazione dei pendii inferiori e medi da giugno 2020, indicando una lenta pressurizzazione all'interno del vulcano.

"Questi parametri potrebbero indicare processi magmatici idrotermali, tettonici o anche profondi che si verificano sotto l'edificio", ha detto Phivolcs.

"È possibile che ciò che sta accadendo ora sia l'ebollizione dell'acqua lì nel vulcano Kanlaon, quindi il numero di terremoti vulcanici è aumentato negli ultimi tre giorni, con l'aumento delle emissioni iniziali di anidride solforosa", ha detto Solidum in un'intervista radiofonica.

L'agenzia governativa avverte tutti di non entrare nella zona di pericolo permanente di quattro chilometri del vulcano poiché potrebbero verificarsi improvvise pericolose eruzioni freatiche senza preavviso. Phivolcs ha anche detto all'Autorità per l'aviazione civile delle Filippine di consigliare ai piloti di evitare di volare vicino alla sommità del vulcano poiché i rifiuti da qualsiasi improvvisa eruzione freatica possono essere pericolosi per gli aerei.

Phivolcs mantiene ancora lo stato di "Allerta livello 1" per il vulcano Kanlaon.

Il vulcano Kanlaon ha eruttato l'ultima volta il 29 marzo 2016 m, un'eruzione durata circa 12 minuti che ha prodotto un pennacchio vulcanico a 1.500 metri sopra il cratere. Nessuno è rimasto ferito durante l'eruzione.

FONTE: https://www.sunstar.com.ph/article/1885955/Bacolod/Local-News/Philvocs-keeps-eye-on-restive-Kanlaon-volcano, https://www.philstar.com/pilipino-star-ngayon/probinsiya/2021/02/15/2077779/bulkang-kanlaon-nag-alboroto-alert-level-1-nanatili

domenica 7 febbraio 2021

Forte terremoto a Davao del Sur nelle Filippine

Un terremoto di magnitudo 6.1 ha colpito a Magsaysay, Davao del Sur nelle Filippine domenica a mezzogiorno ora locale.


In un bollettino sul terremoto, l'Istituto filippino di vulcanologia e sismologia, o Phivolcs, ha riportato che la scossa ha colpito 6 chilometri a sud-est di Magsaysay alle 12:22 pm

Aveva una profondità di 15 chilometri ed era di origine tettonica, indicando che era causato da un movimento nella crosta terrestre.

L'intensità 5, valutata da Phivolcs come "forte", è stata avvertita a Kidapawan City, Arakan, Carmen, Kabacan, Makilala e M'Lang, North Cotabato; Città di Koronadal e Banga, Cotabato meridionale; Matalam, Cotabato; Bansalan, Hagonoy, Magsaysay e Sta. Cruz, Davao del Sur.

Phivolcs ha detto che non vi era alcuna minaccia di tsunami dal terremoto, ma erano previste scosse di assestamento.

La Croce Rossa filippina, tuttavia, ha individuato delle crepe sui muri di un centro commerciale a Davao del Sur a seguito del terremoto. Alcuni dei suoi volontari sono stati impiegati per valutare e monitorare la situazione, ha aggiunto.

Anche una casa a Pag-asa, M'lang, North Cotaboto è stata parzialmente danneggiata a causa del terremoto.

FONTE: https://www.cnnphilippines.com/news/2021/2/7/magitude-6.3-earthquake-davao-del-sur.html

mercoledì 27 gennaio 2021

Trema il temuto Pinatubo nelle Filippine

L'Istituto Filippino di Vulcanologia e Sismologia (PHIVOLCS) ha emesso un avviso, a seguito delle attività mostrate dal vulcano Pinatubo.


A partire da gennaio 2021, la rete vulcanica di Pinatubo ha monitorato 826 terremoti nel nord-est del vulcano o nella città di Mabalacat, Pampanga.

Il 25 gennaio sono state registrate le magnitudini da 1 a 2,5 con una profondità da 25 a 28 km.

I terremoti sono prossimi alla linea Sacopia, faglia che si è attivata per l'ultima volta dopo l'eruzione del Pinatubo del 1991.

Secondo PHIVOLCS, serve come avvertimento che ci sono linee di faglia che creano terremoti intorno al vulcano ma di solito non si fanno sentire. Per ora, il vulcano Pinatubo è ancora al livello di allerta zero, ma PHIVOLCS ricorda ai residenti e alle unità di governo locale (LGU) intorno al vulcano di rimanere vigili a causa della minaccia di terremoti e rischi vulcanici.

Il Pinatubo è famoso per l'eruzione del 1991, la prima dopo 5 secoli di inattività, che fu la seconda più grande eruzione del XX secolo.

FONTE: https://rmn.ph/phivolcs-naglabas-ng-abiso-kasunod-ng-aktibidad-ng-bulkang-pinatubo/, 

venerdì 22 gennaio 2021

Il vulcano Mayon nelle Filippine si prepara all'eruzione?

Il vulcano Mayon ad Albay, nelle Filippine, sta mostrando un leggero aumento del comportamento anormale nelle ultime 48 ore, secondo quanto riportato giovedì dall'Osservatorio filippino di vulcanologia e sismologia (Phivolcs) Lignon Hill.


Phivolcs ha osservato un debole bagliore del cratere, registrato 10 terremoti vulcanici e 676 tonnellate di emissioni di anidride solforosa, che è superiore alla soglia di 500 tonnellate al giorno, e una cupola di lava. Il bagliore è un'indicazione che il magma sotto il vulcano si sta spostando verso il cratere, il che potrebbe portare a una possibile eruzione. Il bagliore è stato osservato per la prima volta il 6 gennaio, poi visto di nuovo il 18 gennaio e più recentemente mercoledì 20 gennaio.

Paul Alanis, vulcanologo residente a Phivolcs-Bicol, ha riportato in un'intervista che il vulcano è sotto stretta sorveglianza anche se i cambiamenti nei suoi parametri anormali rimangono "lievi".

"Ma poiché conosciamo le caratteristiche di Mayon che a volte è irregolare e imprevedibile, non vogliamo essere rilassati e correre rischi", ha detto Alanis alla Philippine News Agency (PNA).

Phivolcs ha anche affermato che i dati sull'inclinazione elettronica hanno mostrato una deflazione a breve termine delle pendenze medie di Mayon da luglio 2020 dopo un'inflazione non costante da fine 2019 a metà 2020.

"Il GPS continuo (Global Positioning System), tuttavia, ha registrato un'inflazione a lungo termine dei pendii medio-bassi da luglio 2019. Nel complesso, l'edificio Mayon è ancora gonfiato rispetto ai parametri di base", ha aggiunto.

Phivolcs ha ricordato al pubblico che Mayon rimane al di sotto del livello di allerta 1, il che significa che è in uno stato anormale.

L'agenzia ha detto che sebbene al momento nessuna eruzione magmatica sia imminente, si consiglia vivamente al pubblico di astenersi dall'entrare nella zona di pericolo permanente (PDZ) di sei chilometri dal vulcano a causa dei pericoli a causa di frane, improvvisi sbuffi di cenere ed eruzioni spinte dal vapore dalla vetta.

Il vulcano Mayon ha eruttato l'ultima volta il 22 gennaio 2018. È uno dei 22 vulcani più attivi delle Filippine, avendo eruttato più di 50 volte negli ultimi 500 anni.

FONTE:https://www.pna.gov.ph/articles/1128155, https://www.rappler.com/nation/mount-mayon-exhibits-crater-glow-january-20-2021

venerdì 15 gennaio 2021

Trema il vulcano Mayon nelle Filippine

Il Monte Mayon nelle Filippine è piuttosto agitato. Il vulcano si trova sotto stretta sorveglianza poiché i terremoti si sono verificati ininterrottamente intorno al vulcano dall'inizio dell'anno, secondo quanto riferito oggi dall'Istituto filippino di vulcanologia e sismologia (Philvocs).


Sono stati riportati 14 terremoti vulcanici e 36 eventi di caduta massi intorno al Monte Mayon dall'1 al 15 gennaio.

Nel bollettino di oggi, Phivolcs ha detto di aver registrato quattro terremoti vulcanici nelle ultime 24 ore.

"Un bagliore del cratere si osserva anche sulla vetta di notte", riferisce il dottor Paul Karson Alanis, specialista di ricerca scientifica senior e ufficiale responsabile presso la stazione dell'Osservatorio del vulcano di Lignon Hill Mayon a Legazpi City.

Avvicinarsi al vulcano è ancora severamente vietato in quanto rimane irrequieto.

Il vulcano Mayon rimane al livello di allerta 1, il che significa che è vietato entrare nella sua zona di pericolo permanente di 6 chilometri perché le eruzioni freatiche possono verificarsi in qualsiasi momento.

Situato nella provincia di Albay, il vulcano si trova a cavallo delle città di Legazpi e Tabaco e delle città di Daraga, Camalig, Guinobatan, Ligao, Malilipot e Santo Domingo.

Il 1 ° novembre dello scorso anno, quasi 200 case sono state sepolte sotto i detriti vulcanici nella città di Guinobatan dopo che una valanga di cenere e lahar è precipitata lungo i suoi pendii uccidendo sei persone. Il Mayon è il più attivo dei vulcani attivi nelle Filippine, dopo aver eruttato circa 50 volte negli ultimi 400 anni.

FONTE: https://newsinfo.inquirer.net/1384050/14-quakes-36-rockfall-events-recorded-around-mt-mayon-alert-level-1-remains#ixzz6jcFk5ri7


lunedì 11 gennaio 2021

Luzon: l'isola fantasma un anno dopo l'eruzione del vulcano Taal

E' già passato un anno dalla tremenda eruzione del vulcano Taal nelle Filippine. L'isola di Luzon, investita dalla furia del vulcano, è ora un luogo spettrale. Gli alberi morti sono accasciati in un paesaggio grigio, le sue case e le scuole sono completamente ricoperte di cenere e danneggiate dai continui terremoti legati all'eruzione vulcanica esplosiva.

foto AP

Gli abitanti del posto hanno perso tutto: case, mezzi di trasporto, bestiame, tutto ricoperto dalla cenere. L'isola è una popolare destinazione turistica situata nel mezzo di un lago. Più di 5.000 persone, molte delle quali lavoravano come guide turistiche, sono dovute fuggire dalla piccola isola mentre il terreno tremava e il vulcano eruttava cenere intensa e vapore nel cielo. Centinaia di cavalli, mucche e altri animali furono lasciati indietro. In totale 376.000 persone sono state colpite dall'eruzione in qualche modo.

Molti sfollati sono rimasti per un po' in rifugi di emergenza gestiti dallo Stato, ma poi sono tornati nelle città coperte di cenere nella provincia di Batangas quando il pericolo si è attenuato.


Oggi l'isola vulcanica del Lago Taal è ancora troppo pericolosa per poterci tornare stabilmente: il vulcano rimbomba ancora, con piccoli terremoti e deboli pennacchi di vapore che fuoriescono dal suo cratere.

FONTE: https://www.nzherald.co.nz/world/incredible-images-show-eerie-aftermath-of-eruption-on-philippine-island/XOIM44DZDN2LN7KPPSH67HCGAE/

Il vulcano Taal comincia a fumare: paura nelle Filippine

Martedì mattina è stata segnalata una "risalita di fluidi vulcanici caldi nel lago del cratere principale" del vulcano Taal, che h...