Translate

Visualizzazione post con etichetta Giappone. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Giappone. Mostra tutti i post

giovedì 1 aprile 2021

Giappone: allerta innalzata per il vulcano Asama

L'Agenzia meteorologica giapponese (JMA) ha innalzato il livello di allerta per il vulcano Asama sull'isola di Honshu al livello 2 , poiché è stata registrata un'elevata attività sismica e una leggera inflazione.


Dal 15 marzo la stazione sismica ha registrato una leggera deformazione del suolo sul fianco occidentale del vulcano indicando il movimento del magma verso l'alto attraverso i condotti vulcanici.

Dal 20 marzo è stato rilevato un aumento dei terremoti vulcano-tettonici in quanto gli strumenti hanno registrato rispettivamente 36 e 77 eventi (23 marzo). Dal 23 marzo l' attività sismica ha iniziato a fluttuare a 15 terremoti / giorno per poi risalire a 23 terremoti / giorno il 29 marzo.

Il valore medio delle emissioni di anidride solforosa (SO2) ha raggiunto 650 tonnellate / giorno durante il 22-25 marzo.

Il bollettino di avvertimento afferma che gli impatti balistici delle bombe vulcaniche potrebbero interessare un'area di circa 2 km di distanza dal cratere principale.

FONTE: https://www.volcanodiscovery.com/asama/news/126147/Asama-volcano-Honshu-Japan-Volcanic-Alert-Level-raised-to-Level-2.html

mercoledì 31 marzo 2021

Livello di allerta aumentato per il vulcano Suwanosejima in Giappone

Il vulcano Suwanosejima su un'isola del Giappone sud-occidentale è esploso ieri sul tardi, inviando grandi rocce a quasi 1 chilometro dal cratere, spingendo l'agenzia meteorologica ad aumentare il suo livello di allerta.


L'eruzione è avvenuta presso il cratere del Monte Otake sull'isola di Suwanose nella prefettura di Kagoshima alle 22:05. Non ci sono state segnalazioni immediate di feriti, secondo le autorità locali.

L'Agenzia meteorologica giapponese ha dichiarato mercoledì all'inizio di aver aumentato il livello di allerta dell'attività vulcanica di una tacca a 3 su una scala di 5, il che significa che le persone non dovrebbero avvicinarsi al cratere.

Dopo l'eruzione di martedì notte, il vulcano è scoppiato di nuovo alle 2:57 di mercoledì, con grandi rocce proiettate a quasi 1 km dal cratere come prima.

L'agenzia ha avvertito della possibilità che grandi rocce vengano lanciate in aria entro un raggio di circa 2 km dal cratere.

Alla fine dell'anno scorso, in mezzo all'intensificarsi dell'attività vulcanica, l'agenzia ha alzato il livello di allerta a 3 il 28 dicembre. È stato abbassato al livello 2 il 14 gennaio in assenza di importanti cambiamenti nei dati di attività vulcanica.

L'isola di Suwanose, un'isola vulcanica con una piccola popolazione, si trova a circa 230 km a sud-sud-ovest di Kagoshima.

FONTE: https://english.kyodonews.net/news/2021/03/ab612c17dcd6-alert-level-raised-as-volcano-erupts-in-southwestern-japan.html

sabato 27 marzo 2021

Cambia la mappa di pericolosità per il Monte Fuji in Giappone

Una mappa della pericolosità vulcanica per il Monte Fuji nel Giappone centrale è stata rivista per la prima volta in 17 anni, raddoppiando il volume stimato dei flussi di lava in caso di una grande eruzione.


La mappa è stata presentata venerdì a una riunione online di un consiglio di gestione dei disastri del Monte Fuji. Il consiglio è composto da diversi funzionari, compresi quelli del governo centrale e delle autorità delle prefetture di Shizuoka e Yamanashi, che si trovano a cavallo della montagna, e della vicina Prefettura di Kanagawa.

La mappa è stata aggiornata, sulla base dei risultati degli studi e dei dati geografici più recenti.

Mostra molti più crateri rispetto alla mappa precedente e stima che una grande eruzione causerebbe un flusso di 1,3 miliardi di metri cubi di lava, o circa il doppio di quanto stimato in precedenza.

La mappa rivista mostra anche che i flussi di lava potrebbero raggiungere altri 12 paesi e città nelle tre prefetture, comprese quelle situate a più di 40 chilometri di distanza. Uenohara nella prefettura di Yamanashi, Sagamihara e Odawara nella prefettura di Kanagawa e Shimizu nella prefettura di Shizuoka sono tra i comuni.

Il consiglio ipotizza inoltre che le colate laviche possano raggiungere il centro di alcune città o paesi ai piedi della montagna più velocemente di quanto precedentemente ipotizzato. Dice anche che il 96% delle eruzioni precedenti erano di piccole o medie dimensioni, ma che la prossima eruzione potrebbe essere di grandi dimensioni.

Il consiglio rivedrà i piani di evacuazione per vaste aree sulla base della mappa dei pericoli rivista. I governi locali rivedranno anche i loro piani di preparazione alle catastrofi.

FONTE: https://www3.nhk.or.jp/nhkworld/en/news/20210326_36/

sabato 20 marzo 2021

Forte terremoto magnitudo 7.2 sulle coste del Giappone: allerta tsunami

Un forte terremoto di magnitudo 7.2 ha colpito al largo della costa del Giappone nord-orientale a una profondità di 60 km sabato sera subito dopo le 18:00 (ora locale).

Nella Prefettura di Miyagi, il terremoto è stato misurato fino a un forte 5 sulla scala di intensità sismica giapponese a 7.

Le onde dello tsunami fino a 1 metro potrebbero aver raggiunto la costa della Prefettura di Miyagi poco dopo le 18:30, secondo NHK.

Duecento case a Kurihara, nella prefettura di Miyagi, erano senza elettricità, ha detto l'emittente pubblica. Il terremoto ha causato la sospensione dei servizi da parte del Tohoku Shinkansen.

Il governo centrale ha istituito un centro di gestione delle crisi presso l'ufficio del Primo Ministro e sta lavorando con i ministeri, le agenzie e i governi locali correlati per raccogliere informazioni su eventuali danni causati dal terremoto, ha detto NHK. A Ofunato, nella prefettura di Iwate, dove il sisma ha registrato un calo di 5, la città ha aperto centri di evacuazione in 69 località.

I funzionari municipali dei vigili del fuoco a Miyagi non hanno riportato danni dal terremoto alle 18:30, ma hanno continuato a raccogliere informazioni, ha detto NHK.

"All'improvviso, la grande scossa è continuata per circa 20 secondi", ha detto l'emittente pubblica citando un funzionario del disastro a Iwanuma, nella prefettura di Miyagi. "Lo scuotimento ha causato lo spostamento di oggetti su una scrivania, ma non sono caduti, e ho sentito che lo scuotimento è stato inferiore al terremoto del mese scorso".

Il terremoto arriva poco più di un mese dopo che un 7,3 temblor ha colpito la vicina Prefettura di Fukushima . Il terremoto del 14 febbraio ha causato interruzioni di corrente diffuse e ha provocato decine di feriti.

Inoltre arriva nove giorni dopo che la regione ha segnato il decimo anniversario del grande terremoto del Giappone orientale di magnitudo 9.0, dello tsunami e del disastro nucleare che hanno devastato la regione e ucciso oltre 15.000 persone.

FONTE: https://www.japantimes.co.jp/news/2021/03/20/national/miyagi-earthquake-japan/

sabato 13 febbraio 2021

Giappone, terremoto di magnitudo 7.1: sentito anche a Tokyo

Un grande terremoto ha scosso una vasta area del Giappone orientale nella tarda notte di sabato, con il suo epicentro al largo della costa di Fukushima, vicino a dove tre reattori nucleari si sono sciolti dopo un terremoto e uno tsunami quasi 10 anni fa.


Il terremoto ha lasciato quasi un milione di famiglie senza elettricità nella regione di Fukushima e ha costretto la chiusura delle strade e la sospensione dei servizi ferroviari. Mentre i residenti innervositi si preparavano alle scosse di assestamento, una frana ha tagliato un pezzo di un'arteria principale attraverso la prefettura di Fukushima.

Il servizio meteorologico giapponese ha riportato la magnitudo del terremoto a 7,3, in aumento rispetto al rapporto iniziale di 7,1, ma ha affermato che non c'era pericolo di tsunami.

Arrivato poco meno di un mese prima del decimo anniversario di quello che è noto come il terremoto del Grande Giappone orientale e il disastro nucleare di Fukushima, il terremoto ha scosso la grande area di Tokyo per circa 30 secondi a partire dalle 23:08 ed è stato sentito con forza a Fukushima e Sendai.

Parlando a NHK, Takashi Furumura, professore presso l'Istituto di ricerca sui terremoti dell'Università di Tokyo, ha avvertito che un terremoto di queste dimensioni potrebbe essere seguito entro due o tre giorni da un altro di simile portata.

L'Agenzia meteorologica giapponese ha affermato che l'epicentro del terremoto si trova a circa 60 chilometri - o circa 37 miglia - al largo della costa di Fukushima e a circa 34 miglia di profondità. Sulla terra, la magnitudo più forte percepita è stata di 6+.

Parlando in una conferenza stampa, Noriko Kamaya, un funzionario dell'agenzia meteorologica, ha detto che i residenti dovrebbero essere preparati per scosse di assestamento fino a magnitudo 6 nei prossimi giorni. Ha descritto il terremoto di sabato sera come una scossa di assestamento del terremoto del 2011.

A Minami Soma, uno dei villaggi di Fukushima evacuati dopo il disastro nucleare del 2011, NHK ha riferito che sabato il forte scuotimento orizzontale è durato per circa 30 secondi.

Yu Miri , autrice della "Tokyo Ueno Station", vincitrice del National Book Award per la letteratura tradotta, ha pubblicato su Twitter foto che mostrano gli scaffali della sua casa vicina abbattuti ei pavimenti cosparsi di libri.

Kyodo News ha riferito che 30 persone sono state ferite nelle regioni di Fukushima e Miyagi, entrambe sulla costa orientale del Giappone.

FONTE: https://www.nytimes.com/2021/02/13/world/asia/earthquake-japan-fukushima.html

martedì 19 gennaio 2021

Vulcano Sakurajima: bombe di lava incandescente lanciate dal cratere

Continua ad essere agitato il vulcano Sakurajima in Giappone. L'attività esplosiva del vulcano continua.

Le telecamere di sorveglianza hanno osservato un'esplosione moderata di tipo vulcaniano nel cratere Minamidake, che ha prodotto una colonna di cenere che ha raggiunto un'altitudine stimata di 2.100 m che si è spostata a sud est.

L'eruzione è iniziata ieri intorno alle 23:09 ora locale e ha espulso bombe di lava incandescente fino a 600 m-900 m dal cratere. L'esplosione è stata accompagnata anche da fulmini vulcanici avvenuti all'inizio dell'evento.

Il bagliore visibile e le emissioni quasi costanti di gas suggeriscono un aumento continuo di magma fresco all'interno dei condotti del vulcano. Le emissioni di anidride solforosa (SO2) continuano ad essere attive a livelli elevati. La stazione sismica ha registrato 24 terremoti vulcano-tettonici tra il 15 e il 18 gennaio.

Il bollettino di avvertimento afferma che gli impatti balistici di bombe vulcaniche e flussi piroclastici potrebbero interessare un'area di circa 2 km di distanza dal cratere principale.

foto JMA

FONTE: https://www.volcanodiscovery.com/sakurajima/news/119559/Sakurajima-volcano-Kyushu-Japan-glowing-lava-bombs-thrown-from-crater.html

Il vulcano Taal comincia a fumare: paura nelle Filippine

Martedì mattina è stata segnalata una "risalita di fluidi vulcanici caldi nel lago del cratere principale" del vulcano Taal, che h...