Translate

Visualizzazione post con etichetta Laguna del Maule. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Laguna del Maule. Mostra tutti i post

martedì 23 febbraio 2021

Cile: allerta gialla per il complesso vulcanico della Laguna del Maule

In Cile è stato innalzato il livello di allerta per la zona vulcanica della Laguna del Maule.


SERNAGEOMIN ha portato l'allarme tecnico per il complesso vulcanico da verde a giallo il 22 febbraio 2021, dopo un aumento del numero di terremoti rilevati nelle ultime due settimane.

L'Osservatorio Vulcanologico delle Ande Meridionali (OVDAS) ha rilevato 533 terremoti vulcano-tettonici (VT), comunemente associati a una frattura della roccia all'interno del sistema vulcanico, e un tasso di deformazione di 2,3 cm negli ultimi 30 giorni presso la stazione più vicina al centro di deformazione. Questo tasso è superiore alla media registrata dal 2012.

È stato osservato che eventi sismici di tipo vulcano-tettonico sono stati persistenti nel tempo e sono aumentati di energia. La sismicità continua a essere localizzata in prossimità dell'area in cui sono state rilevate anomalie di CO 2 nell'ultimo anno.

Intorno al sito dell'anomalia di CO 2 è stata segnalata una zona pericolosa con un raggio di 2 km e residenti / turisti hanno invitato a non accedervi.

La caldera della Laguna del Maule, larga 15 x 25 km, contiene un ammasso di piccoli stratovulcani, cupole di lava e coni piroclastici risalenti dal Pleistocene all'Olocene. La caldera si trova principalmente sul lato cileno del confine, ma si estende parzialmente in Argentina. 

Circa 130 fessure eruttive sono presenti nell'area e la più antica eruzione è datata 1,5 millioni di anni fa. L'attività post glaciale ha compreso eruzioni contemporaneamente esplosive ed effusive con l'espulsione di rocce che variano dal basalto all'andesite e dalla dacite alla riolite. L'area è un'importante fonte locale di ossidiana.

Tra il 2004 e il 2007, il terreno ha cominciato a manifestare bradisismo negativo, segno dell'intrusione di uno strato sottostante. Il ritmo del sollevamento del terreno, di 20 cm l'anno, è risultato maggiore di quello misurato in altri fenomeni bradisismici, come nel caso di Uturunku in Bolivia e Yellowstone negli Stati Uniti, ed è stato accompagnato da anomale emissioni di gas dal suolo, oltre che attività sismica. Tutto ciò, unito alla grande quantità di reolite presente, che, secondo i geologi sarebbe stata prodotta negli ultimi 20.000 anni da 25-30 vulcani, fa temere di essere in una situazione simile a quella che si ebbe 765.000 anni fa con la caldera della Long Valley, dove un supervulcano formò, in seguito all'eruzione, una fossa di oltre 500 chilometri quadrati.

FONTE: https://watchers.news/2021/02/23/laguna-del-maule-volcanic-complex-technical-alert-raised-to-yellow-chile/, Wikipedia

Il vulcano Taal comincia a fumare: paura nelle Filippine

Martedì mattina è stata segnalata una "risalita di fluidi vulcanici caldi nel lago del cratere principale" del vulcano Taal, che h...