Translate

Visualizzazione post con etichetta Puyehue. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Puyehue. Mostra tutti i post

martedì 29 dicembre 2020

Il terremoto più potente della storia

Magnitudo 10, l'abbiamo mai raggiunto? Fortunatamente, a memoria d'uomo, no. Un terremoto di magnitudo 10 avrebbe un potere distruttivo inimmaginabile. Basti pensare che il famoso terremoto del Giappone del 2011 di magnitudo 9.1 ha rilasciato solamente circa il 3% dell’energia che tecnicamente potrebbe essere rilasciata da un terremoto di magnitudo 10. Quindi cosa accadrebbe con un terremoto di magnitudo 10? La Terra verrebbe distrutta da un sisma? probabilmente no, perchè è possibile che il terreno possa scuotersi almeno quanto avverrebbe con un terremoto di grandezza pari a 9, ma probabilmente per un periodo molto più a lungo, forse anche per 30 minuti continuativi.

Ma cos'è la magnitudo, e come funziona in parole povere?

La magnitudo è un valore logaritmico tramite il quale viene misurata l'energia rilasciata da una scossa sismica. La crescita della magnitudo però non è lineare. Una differenza di magnitudo pari a 1 è equivalente a un fattore di circa 30. Un terremoto di magnitudo di 6 è 30 volte più forte di uno di magnitudo 5 e 900 (30 volte 30) volte più forte di uno di magnitudo 4. In altre parole: ogni volta che la magnitudo aumenta di 0,2 gradi, l’energia prodotta da un terremoto raddoppia. Ciò significa che un evento sismico di magnitudo 3.4 sprigiona un’energia di circa il doppio rispetto a un evento di magnitudo 3.2. I terremoti possono essere percepiti sopra una magnitudo di circa 2.5. A partire da una magnitudo da circa 4.5 a 5.5 si prevedono piccoli e isolati danni agli edifici, anche se molto dipende dal terreno, le fondamenta delle abitazioni e i materiali costruttivi utilizzati.

Qual è stata la magnitudo più alta registrata nella storia?

Il terremoto più violento mai misurato si è verificato nel 1960 in Cile con una magnitudo di 9.5: il terremoto di Valdivia.



Il megasisma, noto anche come grande terremoto del Cile, si è verificato il 22 maggio 1960 alle 14:11 ora locale (19:11 UTC). Il suo epicentro è stato localizzato nei pressi di Cañete, circa 900 km a sud di Santiago, ma la città più colpita fu Valdivia. Dopo la scossa principale, una serie di altre scosse ha continuato a colpire il sud del paese sino al 6 luglio.

La scossa principale fu avvertita in varie parti del mondo, causando uno tsunami con onde alte fino a 25 m, che colpì diversi stati fino alla sponda opposta dell'Oceano Pacifico: Hawaii, Giappone, Filippine, Nuova Zelanda, Australia, le isole Aleutine in Alaska e Hong Kong.





Il grande terremoto inoltre causò l'eruzione del vulcano Puyehue. Il disastro portò a tremila morti, più di due milioni di sfollati. La scossa ha portato addirittura ad una variazione dell'inclinazione dell'asse terrestre di 63 millesimi di secondo d'arco (corrispondenti a circa 30 centimetri se misurati su un meridiano) ed una variazione sulla durata del giorno siderale di 23 milionesimi di secondo.

FONTI:

https://it.wikipedia.org/wiki/Terremoto_di_Valdivia_del_1960
https://ingvterremoti.com/2020/05/23/22-maggio-1960-il-terremoto-di-valdivia-in-cile-il-piu-grande-mai-registrato/

Il vulcano Taal comincia a fumare: paura nelle Filippine

Martedì mattina è stata segnalata una "risalita di fluidi vulcanici caldi nel lago del cratere principale" del vulcano Taal, che h...