Translate

Visualizzazione post con etichetta Stromboli. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Stromboli. Mostra tutti i post

lunedì 1 marzo 2021

Dopo l'Etna, si risveglia lo Stromboli con una eruzione lampo

Dopo il settimo parossismo dell’Etna avvenuto ieri, alle 1.32 si è risvegliato anche lo Stromboli. Secondo l’istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, osservatorio etneo, alle 1,32 si è registrata una prima esplosione di minore intensità seguita da una seconda esplosione di maggiore intensità un minuto dopo dal cratere di Nord-Est.


L’altezza di gas, cenere e lapilli ha raggiunto un’altezza di circa 200 metri e la maggior parte di questi sono ricaduti nella Sciara del fuoco e una parte di materiale è ricaduta in direzione del Pizzo.

Dal punto di vista sismico, dopo la fase di incremento dell’ampiezza del tremore che ha seguito la sequenza esplosiva i valori sono rientrati nella norma. Non si osservano variazioni significative nel tasso di occorrenza degli eventi esplosivi. I dati di deformazione non mostrano variazioni significative.

FONTE: https://www.lasiciliaweb.it/2021/03/01/si-e-risvegliato-lo-stromboli/

venerdì 22 gennaio 2021

Nuova eruzione dello Stromboli: massi incandescenti in mare

Lo Stromboli è entrato di nuovo in eruzione, questa volta con una fuoriuscita di lava dal cratere con massi incandescenti che finiscono nella Sciara del Fuoco e raggiungono il mare. Lo ha reso noto l’osservatorio etneo dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia.

foto INGV

“Dalle 13:30 circa – dicono gli esperti – le telecamere di video-sorveglianza dell’Ingv mostrano un incremento dell’attività effusiva che alimenta il trabocco all’area craterica Nord. L’attività produce blocchi incandescenti ben visibili che si distaccano dal fronte e rotolano lungo la Sciara del Fuoco finendo in mare. Per quanto riguarda il tremore non si nota nessuna variazione significativa”.

FONTE: INGV

mercoledì 20 gennaio 2021

Etna e Stromboli: sono collegati tra loro?

L'Etna e lo Stromboli fanno parte dello stesso sistema vulcanico? sono collegati tra loro? possono attivarsi a vicenda? Spesso ci si pone questa domande. Può essere un caso averli visti eruttare in questi giorni in contemporanea? Non è la prima volta che accade, quindi i dubbi sono più che legittimi. Forse sono legati da un sottile tunnel di lava sotterraneo.


Deve esserci una connessione perché le loro esplosioni ed eruzioni spesso si verificano contemporaneamente. Sembra quasi un'eco quando uno chiama e l'altro risponde. Questo fatto diverte molti, ma la realtà è che questi vulcani non sono affatto collegati . Non esiste un unico collegamento diretto tra i vulcani , ma entrambi si trovano nella faglia dove la placca africana incontra la placca eurasiatica.

La Sicilia ha molte testimonianze di fenomeni vulcanici sul suo territorio. L'Etna e l'isola di Stromboli sono le più attive di tutte. Sono i vulcani più attivi d'Europa. Nonostante si trovino a pochi chilometri di distanza, sembrano strettamente collegati a causa della continua attività simile.

L'Etna è un sistema vulcanico che produce quasi contemporaneamente tutte le forme: effusiva, esplosiva, hawaiana, stromboliana…. Alterna lunghi periodi di attività moderata e brevi eruzioni spettacolari. Invece lo Stromboli esplode costantemente (circa ogni 15, 20 minuti) con piccole fontane di lava, che raramente, circa una volta all'anno, lasciano il posto a esplosioni più forti e pericolose.

Il fatto è che Etna e Stromboli, sebbene siano nati dalla stessa causa, hanno sistemi diversi per caricare il magma e trasformarlo. I canali magmatici dell'isola di Stromboli sono molto lunghi. Affondano direttamente nella crosta della placca africana. Quindi il magma che li risale è molto caldo, quasi liquido. Ma negli strati superiori entra in contatto con magmi più freddi, a volte con l'acqua. Questo crea forti esplosioni costanti.

L'Etna invece prende il proprio magma dalle pietre che si sciolgono nella collisione tra la placca africana e quella eurasiatica. Il materiale poi arriva caldo e liquido, spesso senza ostacoli. Occasionalmente, l'aumento di gas provoca eruzioni esplosive o l'espansione di fratture che possono causare eruzioni laterali. Non ci sono prove fisiche di una connessione tra i due sistemi eruttivi: non ci sono cioè tunnel o canali magmatici condivisi.

Ma l'Etna e lo Stromboli sono anche “diversi” nella cultura popolare siciliana. L'Etna è vista come femminile perché vista come una "madre" che coccola i suoi figli e a volte li scuote. L' Etna è una "vecchia signora". È anche protettiva, fornendo acqua, terreno fertile, ombra e pioggia ai propri cari.

Lo Stromboli, invece, è considerato maschio . La gente del posto lo chiama "Iddu" (lui) e da ragazzo ribelle è spesso lunatico e violento. Insomma, un adolescente selvaggio e pazzo. Offre anche un terreno fertile su cui stabilirsi. Ma proprio come dà tutto allo stesso modo, rivendicherà tutto quando vuole. Forse è proprio questa differenza di definizione - Etna una donna, Stromboli un uomo - che crea la magica leggenda che alla fine ci sia una connessione tra i due.

FONTE: https://www.go-etna.de/aetna-und-stromboli-welche-verbindung-gibt-es/?fbclid=IwAR1_sFEAsXD2U00FMtC7BAPxLknyQ6-lNPeRR1kpyopRB1d6sYaO78HffYw

martedì 19 gennaio 2021

Italia: non solo l'Etna, anche lo Stromboli in eruzione

Non è solo l'Etna a dare spettacolo in questi giorni, anche il vicino di casa Stromboli lascia a bocca aperta gli appassionati. E' stato segnalato un trabocco lavico dal cratere nord.


L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, osservatorio Etneo ha comunicato che dalle ore 9.45 di ieri le telecamere di sorveglianza hanno mostrato una fuoriuscita di lava. Il tremore invece non ha mostrato nessun cambiamento significativo.

Una piccola ondata di magma apparentemente ha provocato una serie di flussi di lava dalle bocche settentrionali sulla Sciara del Fuoco superiore, generando bellissime cadute di massi incandescenti sul ripido pendio. Nessuno dei flussi ha raggiunto una lunghezza superiore a circa 100-200 me nessuno è rimasto attivo molto a lungo.
In generale, l'attività al vulcano è stata all'estremità inferiore della scala, con esplosioni stromboliane relativamente poche e generalmente deboli dalle "normali" prese d'aria nella terrazza del cratere.

Potrebbe essere un po 'sorprendente, o almeno interessante, coincidenza o meno, che si sia verificato contemporaneamente al nuovo parossismo dell'Etna. Sebbene non vi sia alcun collegamento provato tra i due vulcani, molte persone locali credono che siano in qualche modo imparentati e spesso seguono oscillazioni simili nell'attività, cosa che rimane aperta al dibattito.

FONTE: https://www.lasiciliaweb.it/2021/01/18/stromboli-in-eruzione/ , https://www.volcanodiscovery.com/stromboli/news/119572/Stromboli-volcano-Italy-small-surges-of-lava-create-minor-lava-flows-on-the-Sciara-del-Fuoco.html

Il vulcano Taal comincia a fumare: paura nelle Filippine

Martedì mattina è stata segnalata una "risalita di fluidi vulcanici caldi nel lago del cratere principale" del vulcano Taal, che h...